Bonus acqua potabile: come funziona e come richiederlo

L’agenzia delle Entrate attiva il Bonus acqua potabile: un’agevolazione fiscale che permette di ottenere un rimborso fino a 1000 euro sulle spese sostenute per le soluzioni dedicate al trattamento dell’acqua.

Introdotta dalla Legge di Bilancio del 2020 è stata applicata solo a partire dal giugno 2021 e consiste in un credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute.

Vediamo nei prossimi paragrafi quali sono i requisiti necessari per richiederlo e come funziona nello specifico.

Cos’è il bonus acqua potabile

Il Bonus acqua potabile consente di ottenere un rimborso sotto forma di credito di imposta sull’acquisto di ogni tipologia di sistema di controllo e trattamento dell’acqua. Sarà possibile godere di questo bonus sulle spese sostenute dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022.

Come funziona

Il bonus acqua potabile è stato introdotto con lo scopo di ridurre il consumo di plastica e incentivare i privati e gli esercenti a utilizzare sistemi di filtraggio, preservando l’ambiente. Molte famiglie e attività professionali italiane hanno già adottato questi sistemi di filtraggio per migliorare la qualità dell’acqua destinato al consumo umano, garantendo così un risparmio economico e un beneficio sul piano ambientale.

È possibile richiedere il credito di imposta sull’acquisto di: 

  • Erogatori d’acqua;
  • Refrigeratori d’acqua;
  • Frigogasatori;
  • Addolcitori.

Bonus acqua potabile: a quanto ammonta

L’agevolazione viene applicata a un importo massimo di:

  • 1000 euro per ciascun immobile e per le persone fisiche, con un credito di imposta pari a 500 euro;
  • 5000 euro per ciascun immobile destinato ad attività commerciale, o per gli esercenti di attività di impresa, con un credito di imposta fino a 2500 euro.

Come richiederlo

Per richiedere il bonus è necessario inviare una richiesta online all’Agenzia delle Entrate nel periodo compreso tra il primo e il 28 febbraio 2022.

È possibile richiederlo in due modalità:

  • Modello F24, in compensazione;
  • Dichiarazione dei redditi, riferita all’anno in cui è stata effettuata la spesa o in quelli successivi.

Approfitta del bonus acqua potabile e ottieni un credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute! Richiedi maggiori informazioni al Team di ADM Idrosoluzioni, cliccando qui

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-size: cover;background-position: center center;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 500px;}
Cookie Policy -  Privacy Policy